Lo diceva anche Einstein


2011 - Vincitore del primo premio per la sesta edizione del progetto Cento Itinerari più Uno, il cortometraggio è stato realizzato dalle classi 3a, 4a e 5a dell'Istituto tecnico commerciale Laparelli di Foiano della Chiana, con sceneggiatura di Edoardo Moretti e Angela Scalzone. E' una storia del nostro tempo, quella della studentessa Laura che a una svogliata vita universitaria e a un futuro incerto preferisce le proprie radici e il lavoro nei vigneti di famiglia. La regia è di Michele Manerchia Masarà.

 

Il Rinaldo furioso


2011 - Il cortometraggio realizzato dagli studenti della 4a A dell'Istituto Tecnico Commerciale Laparelli di Cortona mette in scena la storia di un "insolito" cavaliere errante. Girato al castello di Girifalco di Cortona con il supporto del regista David Becheri e della sceneggiatrice Ilaria Mavilla.

 


La bellezza dei fiori di campo


2011 - Realizzato dai ragazzi della 2a S dell'Istituto d'Istruzione Superiore "G. da Castiglione" di Castiglione Fiorentino per la settima edizione del progetto Cento Itinerari più Uno svoltasi in Val di Chiana, il cortometraggio si è aggiudicato il terzo posto sul podio dei vincitori.

 

Il sorriso di mio padre


2011 - Cortometraggio vincitore del terzo premio per la sesta edizione del progetto Cento Itinerari più Uno. Realizzato dai ragazzi della 3a B dell'IPIA di Castiglione Fiorentino, è un episodio di guerra partigiana, la storia di un bambino, Delfo, che si salva dalla furia nazista grazie al sacrificio del padre.


L'ultima partita


Cortometraggio realizzato dagli studenti della 2a B dell'Istituto Vegni di Capezzine (Cortona).

L'ultima partita racconta la via crucis di un incallito giocatore d'azzardo che si ritrova per caso a partecipare a un pellegrinaggio sulla via Francigena: da qui il suo riscatto, la cura alla sua "anima malconcia". Il corto si è guadagnato il secondo posto sul podio della sesta edizione di 100+1.

 

You are very biutiful


Cortometraggio realizzato dagli studenti della 2a D dell'Istituto Vegni di Capezzine (Cortona).

Una romantica storia che mescola sentimenti di attaccamento alle proprie radici con lo spirito di integrazione tra persone apparentemente molto lontane ma in fondo così simili..

 


Data di inserimento: 18/01/2012
Top page